Avvento: card. Osoro (Madrid),“bisogno di speranza in ogni uomo”

Card. Carlos Osoro

Nel tempo di Avvento siamo invitati “ad assumere l’impegno per prepararci a portare nella storia la novità di Gesù Cristo” e a costruire, così, “una società più umana”. L’inizio dell’Anno liturgico annuncia “il portatore della vera speranza”, che “può rinnovare la nostra vita, anche se stiamo attraversando momenti di oscurità o se stiamo vivendo in molte situazioni di debolezza”. Lo scrive, nella sua lettera settimanale, l’arcivescovo di Madrid, card. Carlos Osoro. “Non siamo semplici spettatori di un mondo che si disumanizza, ma coraggiosi operatori, lanciati a far conoscere colui che sta per attivare la sua presenza rinnovatrice dando la vita per tutti gli uomini, con la sua morte e la sua risurrezione”. L’essere umano “ha la necessità di sperare, che si incarna nelle realtà concrete, perché tra le altre cose, spinge a cambiare la realtà. C’è una necessità unica e incoercibile di speranza nel cuore dell’essere umano e in tutta l’umanità”. Scrive ancora il card. Osoro: “Siamo chiamati a essere presenti in tutti gli scenari e nelle strade per le quali passano gli uomini, però no in qualsiasi modo. Il nostro andare dev’essere un’uscita missionaria, la stessa che ha vissuto la Vergine dopo aver saputo che era stato scelta per essere la madre di Dio, per avvicinare le persone e dare un volto e rendere visibile la speranza che è Gesù Cristo”. Una speranza incarnata, “vissuta nel dialogo con tutta la realtà nella sua immensa complessità, in un discernimento che ricerca sempre cammini di umanizzazione, nel vero umanesimo che ci offre Gesù Cristo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo