Terra Santa: card. Sandri, “il nostro episcopato ci rimette in cammino ogni giorno”

“Il nostro episcopato non è qualcosa che ci fa restare seduti ad aspettare, ma ci rimette in cammino ogni giorno”. Lo ha detto il del card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, nell’omelia della messa che ha celebrato, ieri, nella Chiesa del Cenacolino, a Gerusalemme. “In questo luogo – ha aggiunto il porporato -, chiediamo la grazia di imparare da Gesù cosa significhi ‘rendere grazie’: è un verbo importante nei vangeli, che quasi costella come una gemma preziosa tanti brani”. Il cardinale ha poi sottolineato come “celebrare l’Eucarestia, ricevere Cristo in noi ci spinge a praticare lo stesso rendimento di grazie anticipato al Padre”. Facendo riferimento anche al “peso della responsabilità pastorale” e alle “sfide di questa terra benedetta da Dio e spesso maledetta dall’agire o dall’indifferenza degli uomini”, il porporato ha affermato che “quando prevediamo di dover affrontare circostanze difficili chiediamo di reagire come Gesù nell’Ultima Cena”: “Aprirci con gratitudine alla corrente di amore che viene dal Padre celeste e ringraziarlo in anticipo per la vittoria che il suo amore ci assicurerà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia