Repubblica Centrafricana: Manservisi (Ue) visita il complesso pediatrico di Bangui affidato al Cuamm

Dispone di 180 posti letto, nel 2017 ha effettuato circa 70.000 visite ambulatoriali e 14.000 ricoveri. Sono solo alcuni dei numeri del Complesso pediatrico di Bangui, visitato quest’oggi da Stefano Manservisi, direttore della Cooperazione dell’Unione europea. Nella struttura opera Medici con l’Africa Cuamm. L’intervento dell’associazione che ha sede a Verona è partito quest’anno a luglio, su richiesta dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma (che si occupa principalmente del reparto di malnutrizione e della formazione del personale sanitario centrafricano) e del ministero della salute di Bangui. L’obiettivo, in collaborazione con la Commissione europea, la cooperazione italiana e Acf, è quello di prendere in carico l’intero complesso pediatrico, affiancando il personale locale che è già impegnato nella struttura, non limitatamente alla chirurgia, ma anche per quello che riguarda la gestione generale del complesso. “Con la visita di oggi – afferma da Bangui Fabio Manenti, responsabili dei progetti Cuamm – abbiamo consolidato la partnership tra i diversi soggetti coinvolti in questa grande sfida: lavorare insieme, in modo integrato, affiancando il personale locale nella gestione del Complesso, cercando di dare risposte in tutti gli ambiti, dalla formazione, alla cura, alla gestione”. Sono 4 milioni gli euro stanziati con il fondo Becu dall’Unione Europea, in 2 anni, per il Complesso pediatrico della capitale del Centrafrica, che sono stati affidati al Cuamm.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia