Lavoro: Rota (Fai Cisl), “stupiscono le dichiarazioni della proprietà di Pernigotti, altro che reindustrializzazione”

“Destano stupore e preoccupazione le dichiarazioni rese ieri a sorpresa dalla proprietà di Pernigotti: affermano che marchio e azienda non sono in vendita, di voler cessare la conduzione in proprio delle attività produttive e terziarizzare in Italia la produzione, e di aver richiesto al Governo il supporto per la cessazione del blocco dello stabilimento solo per consentire di fare proposte a soggetti potenzialmente interessati all’acquisizione del polo industriale o all’utilizzo delle linee produttive. Altro che reindustrializzazione. Qualcuno sta giocando con un mazzo di carte truccato”. Così il segretario generale della Fai Cisl, Onofrio Rota. “Non si gioca sulla pelle dei lavoratori”, ammonisce, garantendo che “la Fai Cisl non lo permetterà. Si faccia subito chiarezza sulle reali intenzioni della proprietà Pernigotti e su cosa intende fare il governo per salvaguardare occupazione e produzione di uno dei marchi più antichi e importanti del Made in Italy agroalimentare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia