Unitalsi: dal 3 dicembre pellegrinaggio in Terra Santa e Giordania. L’8 dicembre celebrazione a Nazareth

Prenderà il via lunedì prossimo, 3 dicembre, da Roma il pellegrinaggio in Terra Santa e Giordania promosso dalla sezione romana laziale dell’Unitalsi. Sarà Preziosa Terrinoni, presidente dalla sezione a guidare il pellegrinaggio che terminerà il 12 dicembre e che vede la partecipazione di 40 pellegrini tra cui volontari e persone diversamente abili. I partecipanti inizieranno il loro cammino ad Haifa, presso il Monte Carmelo, per poi vivere il tempo dell’Avvento a Nazareth visitando la Grotta e la basilica dell’Annunciazione, dove per la ricorrenza della festa dell’Immacolata dell’8 dicembre, i pellegrini parteciperanno alla celebrazione eucaristica. Non mancherà la visita al Monte Tabor e a Cana dove i presenti potranno rinnovare le loro promesse nuziali. Si proseguirà poi per il lago di Tiberiade e per il monte delle Beatitudini. Particolarità di questo pellegrinaggio è la visita al sito di Petra in Giordania, un monumento che è stato dichiarato una delle sette meraviglie del mondo moderno e le cui facciate intagliate nella roccia, sono state dichiarate patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Il viaggio proseguirà seguendo il fiume Giordano fino a Betlemme dove i pellegrini visteranno la basilica della Natività prima della tappa a Ein Karem. Da qui si arriverà a Gerusalemme dove si percorrerà la Via Crucis fino al Monte Calvario e al Santo Sepolcro. Concluderà il pellegrinaggio la visita al Monte Sion con la celebrazione della santa messa presso la Chiesa della Dormizione. “La Terra Santa – spiega Preziosa Terrinoni – è tra le mete principali dei pellegrinaggi della nostra associazione. È l’occasione per rendere protagoniste le persone disabili e malate, che grazie ai nostri volontari, potranno raggiungere tutti quei luoghi sacri e di preghiera difficilmente accessibili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo