Itinerari culturali: Dominioni (CdE), “elementi alla base di una identità comune”

(Strasburgo) “Gli itinerari culturali non devono essere intesi esclusivamente come percorsi fisici, ma anche come viaggi attraverso lo spazio e il tempo, dimostrando che le culture di diverse regioni e popoli in Europa costituiscono un patrimonio condiviso”. Lo ha affermato Stefano Dominioni, direttore dell’Istituto europeo degli Itinerari culturali, all’incontro sugli Itinerari culturali del Consiglio d’Europa in corso a Strasburgo. “Viaggiare lungo gli Itinerari culturali è fondamentale per raggiungere una comprensione approfondita di questo comune patrimonio culturale e per abbracciare i valori fondamentali del Consiglio d’Europa, su cui si è sviluppata la nostra società: diritti umani, democrazia culturale e diversità, scambi e comprensione reciproci”. Secondo Dominioni, “alcuni itinerari culturali ci invitano a esplorare l’arte e l’architettura, altri migliorano il paesaggio e l’artigianato, alcuni percorsi sono dedicati alle testimonianze dei primi europei, altri si concentrano sul patrimonio religioso, altri incoraggiano a indagare sulla storia e le civiltà. Tutti questi aspetti indicano che il patrimonio e la cultura costituiscono l’identità europea”. Gli ha fatto eco Meglena Kuneva, capo della Delegazione dell’Unione europea presso il Consiglio d’Europa, che ha sottolineato il valore-ponte della cultura nella costruzione anche politica dell’Europa di oggi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo