Corte di Strasburgo: cancellata dalla lista la denuncia di Berlusconi contro l’Italia

“Cancellata” dalla lista dei casi su cui pronunciarsi la denuncia contro l’Italia presentata dall’ex primo ministro Silvio Berlusconi. Così oggi comunicano i giudici della Grande Chambre della Corte europea per i diritti umani. Berlusconi si era rivolto alla Corte dopo che la sua elezione al Senato era stata invalidata nel 2013 e gli era stato vietato di ricandidarsi alle elezioni a motivo della sua condanna per frode fiscale. Berlusconi aveva ritenuto che queste decisioni violassero una serie di articoli della convenzione per i diritti umani e, quindi, aveva portato il caso a Strasburgo. Tuttavia, dicono oggi i giudici, poiché il ricorrente è stato riabilitato l’11 maggio 2018 e ha quindi deciso di ritirare il suo ricorso alla Corte, “la Corte ha concluso che nessuna circostanza speciale relativa al rispetto dei diritti umani richiedeva continuasse l’esame del ricorso” e ha quindi deciso di “cancellare il caso dalla lista”, con una decisione che “è definitiva”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo