Commissione Ue: violenza sulle donne, 5 milioni per progetti in Iraq e Congo. A Bruxelles i Nobel Murad e Mukwege

(Bruxelles) L’eliminazione della violenza contro le donne e il loro impatto sullo sviluppo è stato il tema dell’incontro oggi a Bruxelles tra Federica Mogherini, Alto rappresentante Ue per la politica estera, e Neven Mimica, commissario per la cooperazione internazionale, con Nadia Murad e Denis Mukwege, i due premi Nobel per la pace 2018. “Come Unione europea, non solo salutiamo l’immenso coraggio e il lavoro portato avanti instancabilmente da Nadia Murad e Denis Mukwege, spesso rischiando la vita”, ha dichiarato Mogherini, “ma è anche nostro dovere sostenere nel miglior modo possibile tale lavoro”. Per questo l’Ue devolverà circa cinque milioni di euro ai progetti concreti di Murad e Mukwege. “È il modo migliore per celebrare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, ha aggiunto Mogherini. In particolare, un milione circa andrà all’iniziativa “Sinjar Action Fund” di Nadia Murad per la stabilizzazione e ricostruzione nella regione irachena di Sinjar perché le popolazioni iazide possano fare ritorno. Gli altri quattro milioni andranno al dottor Mukwege per “garantire la continuità del programma del Panzi General Hospital di sostegno per le vittime di violenza sessuale e le donne che soffrono di malattie ginecologiche” in Congo. “La violenza contro donne e ragazze è uno dei crimini più spaventosi, una delle più grandi ingiustizie del nostro tempo e un ostacolo allo sviluppo di qualsiasi società”, ha commentato il commissario Neven Mimica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia