San Nicola: p. Distante, “tra Bari e il Santo connubio inscindibile dal 1087”

(Bari) “Celebriamo oggi un anniversario molto importante. Un grande riconoscimento da parte della Santa Sede che mette in rilievo i rapporti, non solo tra essa e il tempio nicolaiano, ma in particolare i rapporti che esistono all’interno della città di Bari tra l’arcivescovo e la comunità dei Domenicani”. Così padre Giovanni Distante, domenicano e priore della basilica di San Nicola di Bari, in occasione dell’apertura del convegno, organizzato nel capoluogo pugliese, che ricorda i cinquant’anni dell’elevazione a Basilica pontificia della basilica di San Nicola. “Il rapporto con la città – ha aggiunto padre Distante – è sempre forte perché Bari è la città di San Nicola. E di conseguenza con la basilica e la comunità dei padri. Dopo il 1087 c’è un connubio con San Nicola inscindibile. E da quel giorno in poi non si può parlare di Bari senza san Nicola e viceversa. Quello che sta avvenendo a Bari sono le conseguenze di ciò che si è sempre vissuto nel nome del vescovo di Myra”. Citando Paolo VI, il religioso ha segnalato come “l’unione tra il Santo e la città è fondamentale”. “Egli ha un’importanza enorme infatti in tutta l’intera cattolicità in quanto ha contribuito in ogni tempo a dare impulso al movimento ecumenico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo