Salute mentale: card. Montenegro, “felicità è riempire la vita di cose vere e grandi. Va conquistata e difesa”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Porta il saluto e la benedizione di Papa Francesco che ha incontrato, il card. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento e presidente della Commissione episcopale per il servizio della carità e della salute, aprendo la sessione pomeridiana del convegno nazionale “Chiesa italiana e salute mentale 2. Futuro e benessere della mente” in corso alla Pontificia Università Lateranense. “Offrirò dei pensieri liberi sul tema della gioia” annuncia, e spiega: “Per educare alla gioia gli altri bisogna riflettere su come noi ci poniamo di fronte alla gioia, che cosa abbiamo bisogno di sentirci dire. Ciò che conta è stabilire quali siano le priorità e metterle al primo posto” perché “la felicità è la capacità di riempire la vita di cose vere e grandi”. La gioia, prosegue, “è un dovere tra i più sacri, non piove dal cielo. Va conquistata e difesa; parte da noi per dirigersi agli altri, e non viceversa. Non è facile, soprattutto in questo tempo in cui prevale la solitudine dell’anima, l’individualismo esasperato”. E “non è vago ottimismo che colora tutto di rosa – precisa Montenegro -; è cercare nelle cose il positivo”. “Il bisogno di gioia – conclude – è scritto nel Dna della nostra condizione umana: occorre cercarla nella direzione gusta per non cadere nella disperazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo