Papa Francesco: all’arcivescovo di Bari, “la basilica di San Nicola ha favorito il movimento ecumenico”

(Foto: Vatican Media)

“In questi anni, la Basilica nicolaiana, così singolarmente legata alla Santa Sede, ha saputo bene manifestare la sua specifica vocazione finalizzata a dare impulso al cammino di unità dei cristiani”. Lo scrive Papa Francesco nella lettera all’arcivescovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci, in occasione del 50° anniversario dell’elevazione della basilica di San ‪Nicola di Bari‬ a “Basilica Pontificia”. “Questo luogo di fede, di preghiera, di incontro e di dialogo ha favorito il movimento ecumenico. Ciò è stato facilitato dalla sincera devozione al Santo Vescovo di Myra dei fedeli d’Oriente e d’Occidente”. Il pensiero del Papa è rivolto “a tutti coloro che in qualsiasi modo hanno cooperato all’attività liturgica, pastorale, culturale e soprattutto ecumenica”. Ricordando la sua visita in occasione dell’incontro di preghiera e di riflessione con i Capi delle Chiese del Medio Oriente, il pontefice incoraggia “quanti si adoperano, con diverse responsabilità, nella conduzione pastorale di questa storica e insigne basilica a proseguire il loro servizio con spirito di collaborazione e con rinnovato ardore apostolico, aiutando i pellegrini e la gente che la frequenta e guarda a essa con fiducia a riscoprirne l’importanza spirituale”. L’invito è quello a “favorire nei fedeli il percorso di una assidua ricerca di Dio, alimentata da intensa pietà e da insaziata nostalgia della contemplazione”. “La preghiera ha una straordinaria forza evangelizzante ed è necessaria per il raggiungimento della piena comunione tra i cristiani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo