Famiglia: De Palo, “porre fine a suicidio demografico, urge un Patto per la natalità”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Il Forum delle Famiglie da tre anni lo ripete noiosamente: urge un Patto per la Natalità”. Lo ha ribadito il presidente nazionale Gigi De Palo, per il quale “dobbiamo mettere i giovani nelle condizioni di fare famiglia, far ripartire questo Paese, fare qualcosa per porre fine a questo suicidio demografico”.
“Siamo in guerra perché, tra qualche anno, il nostro Paese sarà un grande ospizio. Senza futuro, con un radioso e glorioso passato, e un presente mediocre”, ha scandito De Palo sottolineando che “siamo in guerra perché dovremo accettare passivamente il fatto che i nostri figli partiranno, andranno all’estero, emigreranno per necessità e andranno a pagare il debito pubblico di un Paese concorrente”. Secondo il presidente del Forum, “siamo in guerra perché non riusciamo a fare squadra”. “Litighiamo, discutiamo, ci accapigliamo come bambini piccoli. E non parlo – ha chiarito – solo della politica, parlo di tutti i livelli, parlo delle associazioni, dei sindacati, delle imprese, delle banche”. “Il nostro – ha osservato – è un Paese che avrebbe bisogno di coesione e che, invece, è perennemente in guerra con se stesso”. Per De Palo, “il bene comune è il salto di qualità che ci manca, il denominatore comune da cui ripartire, oltre gli schieramenti, le differenze, i partiti. Oltre il Nord e il Sud, che da troppo tempo vanno per conto loro”. “Sono convinto che se l’Italia oggi è come un terreno che non dà frutti, non è perché non sia potenzialmente fertile, ma principalmente perché questo terreno è stato mal coltivato in tutti questi anni”, ha rilevato il presidente del Forum evidenziando che “con questo Governo è cambiato il linguaggio”. “Abbiamo un ottimo rapporto con il ministro Fontana, un rapporto epistolare via messaggio con il ministro Salvini che anticipa i problemi con una rapidità a cui non siamo abituati”, ha confidato De Palo che al ministro dell’Interno presente in aula ha chiesto di “inventarsi qualcosa perché siamo di fronte ad una trappola demografica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo