Volontariato: per i 20 anni il Centro servizio “Sardegna Solidale” sarà ricevuto dal Papa

Quasi 600 volontari sardi saranno ricevuti venerdì 30 novembre da Papa Francesco in udienza nell’Aula Nervi, in occasione del ventennale del Centro di servizio per il volontariato “Sardegna Solidale”. “Sarà per noi un evento storico”, ha detto Giampiero Farru, presidente di Sardegna Solidale, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa a Cagliari presso l’aula magna della Pontificia Facoltà teologica della Sardegna. “La delegazione rappresenta il volontariato sardo in tutte le sue sfumature e sensibilità”, ha aggiunto Farru. Per mons. Arrigo Miglio, arcivescovo di Cagliari e presidente della Conferenza episcopale sarda, “il volontariato ha dei grandi meriti e l’incontro con Papa Francesco consentirà di riportare l’attenzione su un’idea di società più aperta, nella quale il volontariato gioca un ruolo importante”. I volontari sardi partiranno in nave da Olbia, in rappresentanza delle 1.725 associazioni presenti nell’isola. La loro attività sarà presentata al Santo Padre dal card. Angelo Becciu, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi. Al Papa i volontari regaleranno la riproduzione di un bronzetto sardo, raffigurante un capotribù. Il presidente del comitato promotore di Sardegna Solidale, don Angelo Pittau, ha precisato che “al Papa presenteremo i nostri vent’anni di storia. Una storia anche travagliata, che ci ha lasciato molte ruggini addosso. Ecco, l’incontro sarà il momento giusto per dimenticare le amarezze e segnare un nuovo inizio, continuando a credere nel volontariato come gratuità e attenzione verso gli ultimi, in una visione laica dell’impegno nelle associazioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa