Sanzioni Russia: Lavrov, “un modo per indebolirci, ma adeguati a nuove condizioni”

“Le sanzioni alla Russia da parte americana sono state un modo per indebolirci e garantirsi dei profitti, ma noi abbiamo imparato a vivere nelle nuove condizioni”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, intervenendo ai Med Dialogues, il meeting internazionale promosso dal ministero degli Esteri e dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, a Roma. Parole che rimandano alle sanzioni seguite alla crisi ucraina. Lavrov oggi ha anche incontrato il ministro degli Esteri italiano, Enzo Moavero, a margine della conferenza. “Non tocca alla Russia fare i primi passi – ha osservato Lavrov -. Noi pensiamo a costruire la nostra economia, stiamo sviluppando tutti i progetti che sono realizzabili in questa situazione, soprattutto nel settore energetico, e speriamo che nella riunione interministeriale di Milano, a dicembre, dove saranno presenti anche le piccole e medie imprese dei nostri Paesi, si possano avviare utili collaborazioni”. “In presenza di sanzioni – ha concluso – abbiamo scelto di lavorare insieme attraverso singoli progetti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa