Lourdes: arriva il “Bignami” di Filippo Anastasi per capirne i misteri

“Il mistero di Lourdes è vedere una folla di persone che accompagnano i malati e se ne prendono cura”. A sottolinearlo è stato Giancarlo Governi, scrittore e noto autore televisivo, che è intervenuto alla presentazione di “I misteri di Lourdes”, il libro di Filippo Anastasi, giornalista vaticanista Rai, per anni al seguito di Giovanni Paolo II, edito da Effatà. “A Lourdes sono andato da non credente e sono rimasto non credente, ma sono stato colpito dalla pace che si respira intorno alla Grotta”, ha confidato Governi. “C’è una serenità palpabile e questo colpisce anche i non credenti come me”, ha ribadito. “Considerando il piccolo numero dei miracolati, 70 in 160 anni, il vero mistero è quello delle conversioni del cuore: si va da egoisti, soli e aspri e si torna più buoni”, ha confermato Anastasi che ha voluto raccontare Lourdes “da cronista”, per offrire “un manuale di istruzioni”, una sorta di “Bignami di Lourdes” che contiene la cronologia delle 18 apparizioni della Vergine a Bernadette, spiega quale è l’iter che porta alla certificazione di una “guarigione inspiegata” da parte del Bureau Medicales, raccoglie le storie e le testimonianze di quattro miracolati. Come quella di un giovane alpino di 20 anni colpito da un sarcoma che gli aveva ridotto il femore di ben 20 centimetri. Decise di andare a Lourdes, con un treno bianco dell’Unitalsi, venne bagnato con l’acqua delle piscine e subito inizio’ a muovere le dita dei piedi. Tornato in Italia, in ospedale, chiese di fare le lastre ma non fu esaudito perché i medici lo consideravano spacciato. Dopo 6 mesi, un dottore che lo vedeva camminare per il reparto lo accontentò: il sarcoma era sparito e il femore intatto, completamente ricostruito.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa