This content is available in English

Irlanda: diocesi Kildare e Leighlin, nasce un Consiglio pastorale per “riflettere sulle sfide e sui cambiamenti” delle parrocchie

Nasce un Consiglio pastorale per la diocesi di Kildare e Leighlin, il cui compito sarà di “riflettere sulle sfide e i cambiamenti” che affrontano le parrocchie. Il Consiglio sarà formato da tre laici e due sacerdoti da ogni decanato e sarà presieduto dal vicario generale John Byrne. “Ho intenzionalmente strutturato il Consiglio pastorale diocesano per includere più laici che sacerdoti poiché i sacerdoti hanno già molti luoghi per dialogare, discutere e discernere, tra cui il Consiglio presbiterale”, ha detto il vescovo Denis Nulty, annunciando la costituzione del nuovo organismo. La nascita di questa realtà avviene dopo otto incontri di riflessione a livello diocesano a partire dalla lettera pastorale di mons. Nulty del maggio 2017, “Affrontare i cambiamenti e le sfide insieme”. “Il Consiglio pastorale diocesano è un tentativo di creare una nuova cultura nella diocesi di Kildare e Leighlin, per cui si permette ai sacerdoti di ‘lasciare andare’ e ai laici, incoraggiati e autorizzati, di ‘prendere’. È uno spostamento dalla modalità ‘spettatore’ alla modalità ‘giocatore’”, ha detto mons. Nulty. Il lavoro del Consiglio diocesano dovrà stimolare ogni parrocchia a “rinnovare, riformare, ridare slancio al proprio Consiglio pastorale parrocchiale”, in risposta alla domanda: “Che cosa chiede Dio alla diocesi di Kildare e Leighlin in questo momento?”. Il primo incontro del nuovo organismo sarà il 29 gennaio. Ora i decanati sono invitati a scegliere i propri rappresentanti, che dovranno essere “persone di fede, che hanno competenza, interesse e capacità”, “scelti con cura e sostenuti, non delegati” per una realtà che non è un “palliativo in un momento di difficoltà nel cammino”, ma un “modello migliore di Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa