America Latina: Latinobarómetro, la Chiesa resta l’istituzione nella quale la popolazione pone la maggiore fiducia. Crollo di popolarità in Cile

La Chiesa continua ad essere di gran lunga l’istituzione nella quale la popolazione dei Paesi latinoamericani pone la maggior fiducia, con il 63% della popolazione. Lo rivela l’annuale rapporto del Latinobarómetro, istituto con sede a Santiago del Cile. Lo studio, pubblicato nei giorni scorsi, rileva il pensiero dell’opinione pubblica di tutti i Paesi latinoamericani sulla politica, sulle maggiori questioni, sulla popolarità dei governi, ecc. Gli estensori del rapporto precisano che per “Chiesa” non si intende solo la Chiesa cattolica, ma il complesso delle comunità dei credenti.
Alle spalle della Chiesa, si trovano le Forze armate (44%) e la Polizia (35%). All’ultimo posto la fiducia nei partiti, che è all’11%.
Lo studio segnala, però, che il gradimento della Chiesa è calato di dieci punti in cinque anni (nel 2013 era del 73%). Tra i Paesi, troviamo al primo posto il Paraguay (82%), seguito da Panama (78%), Honduras (75%), Venezuela (74%), Brasile (73%), Guatemala (71%), Colombia e Nicaragua (69%). All’ultimo posto, nella fiducia verso la Chiesa, è il Cile, anche per l’onda degli scandali sessuali: il dato del 2018, 27%, è di nove punti più basso rispetto al 36% del 2017.
Il rapporto mette in luce, tra i vari aspetti, la grossa crisi di fiducia verso i sistemi democratici e certifica l’allontanamento dell’opinione pubblica rispetto ai Governi di Venezuela e Nicaragua, nei quali le rivendicazioni popolari sono da tempo soppresse, ma anche il basso gradimento di governi che hanno da poco iniziato a operare, come quello del colombiano Duque. Tra i problemi più sentiti, la corruzione, la mancanza di lavoro e la violenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa