Violenza su donne: Us e Acli Roma, attivo sportello per tutela legale, ascolto psicologico e corsi di autoprotezione

“La violenza sulle donne è ancora, purtroppo, una vera emergenza sociale che spesso vede protagonista Roma e la sua provincia in negativo. Per questo come Acli e Unione Sportiva Acli della Capitale abbiamo pensato di mettere in campo azioni e progetti che seguono un doppio binario: da una parte l’azione preventiva e dall’altra quella riparativa. È infatti importante non solo offrire sostegno e aiuto alle vittime, ma anche lavorare con i più piccoli al fine di prevenire comportamenti violenti nel futuro”. Lo hanno dichiarato congiuntamente Lidia Borzì e Luca Serangeli, presidenti rispettivamente delle Acli e dell’Us Acli di Roma e provincia, a margine dell’evento “Cambiare per vincere insieme – lo sport contro la violenza sulle donne” promosso presso la Camera dei deputati da Acli e Us Ascli nazionali.
“In quest’ottica – spiegano i presidente – proponiamo diverse iniziative a sostegno delle donne vittime di violenza che vanno dallo sportello di orientamento del progetto ‘Fiore di Loto’, aperto presso la parrocchia di Santa Maria ai Monti, dove sono assicurati gratuitamente accoglienza e sostegno sia psicologico che legale a chi denuncia situazioni di abuso, stalking o aggressioni, fino a corsi di autoprotezione perché è importante che una donna sappia come reagire in caso di attacchi e aggressioni esterne, che non vuol dire rispondere alla violenza con la violenza, ma avere la prontezza di sapersi muovere ed evitare danni peggiori”.
“Sul fronte della prevenzione, da movimento educativo e sociale, incentriamo la nostra azione proprio sul piano educativo – sottolineano Borzì e Serangeli – a partire dai più piccoli, con il progetto ‘Versus’, nel X Municipio ad Ostia, in cui realizziamo dei laboratori sull’educazione all’affettività e al contrasto alla violenza di genere arrivando, solo quest’anno, a coinvolgere oltre 750 bambini con le rispettive famiglie”. Un altri progetto è quello in avvio, “E…vento di donna” finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri rivolti ai giovani al fine di sensibilizzare, formare, informare e combattere l’indifferenza sociale che spesso aleggia attorno a questi temi. E poi il concorso fotosocial 2018 (attivo fino al 20 dicembre) che è stato dedicato al tema “Donne in Chiaroscuro” con “l’obiettivo – ricordano – di raccontare la bellezza delle donne, ma anche le grandi ombre che oscurano questa bellezza come la violenza, la discriminazione e le tante difficoltà che le donne si trovano ad affrontare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo