Libertà religiosa: Sebastiani (ambasciatore Italia presso S. Sede), “sua tutela è priorità per politica estera italiana”

“Le persecuzioni religiose sono purtroppo al centro delle cronache mondali, un fenomeno preoccupante che si rischia di non collocare correttamente. Occorre invece soffermare l’ attenzione su questa realtà inquietante e inaccettabile”. Lo ha detto l’ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede, Pietro Sebastiani, nel saluto all’incontro di presentazione della XIV edizione del Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo di Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs), ospitato a Palazzo Borromeo. Il rapporto – che denuncia le violazioni della libertà religiosa ai danni dei credenti di qualsiasi fede fotografando la situazione in 196 Paesi – è pubblicato in sei lingue e viene presentato contestualmente dalle 23 sedi di Acs in tutto il mondo. Facendo gli onori di casa, Sebastiani ha assicurato che “la tutela della libertà religiosa e delle minoranze costituisce una priorità per la politica estera italiana”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo