Diocesi: Rieti, ritorna la “Valle del Primo Presepe”. Il vescovo Pompili, “occasione per ritrovare il senso storico e spirituale del territorio”

“Questa del presepe è una occasione per ritrovare il senso storico, culturale e spirituale del nostro contesto: un tentativo attorno al quale mi pare esserci un consenso abbastanza unanime”. Lo ha detto il vescovo di Rieti, mons. Domenico Pompili, presentando oggi pomeriggio l’edizione 2018 de “Valle del Primo Presepe”, che si svolgerà a Greccio. “Francesco e la vera storia del presepe: mi pare sia questo il filo rosso della nostra proposta, il filone che dobbiamo privilegiare”, ha aggiunto il presule. Nelle parole del sindaco di Greccio, Antonio Rosati, l’augurio che “la manifestazione possa portare a una programmazione che metta al centro i giovani, per dare continuità alle diverse esperienze in corso”. L’evento inaugurale si svolgerà il 1° dicembre, alle 17, al teatro Flavio Vespasiano con il primo dei tre concerti gratuiti in programma, che vedrà la partecipazione degli allievi del liceo musicale “Elena Principessa di Napoli” di Rieti. Ospiti della serata, il tenore Piero Mazzocchetti, la cantante Rosalia Misseri e tre giovani talenti del programma televisivo “Ti lascio una canzone”. L’evento sarà condotto da Orietta Berti, affiancata da frate Antonio Maria Tofanelli. Nella giornata di apertura, prevista l’inaugurazione del presepe di 49 metri quadri realizzato dal maestro Francesco Artese. Novità dell’edizione, la video-narrazione “Francesco e la vera storia del Presepe”, che sarà proiettata per tutto il periodo della manifestazione nella sala mostre del Comune.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo