Monasteri: mons. Carballo (segretario Civcsva), non sacrificare la formazione per avere mano d’opera

“Non scarificate la formazione di una giovane solo per avere mano d’opera”. È l’appello che mons. José Rodríguez Carballo, segretario della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di vita apostolica, ha rivolto oggi alle 320 claustrali, provenienti dall’Italia e dall’estero, che per volere del papa hanno potuto partecipare al Convegno organizzato dal Segretariato Assistenza Monache in occasione della Giornata “Pro Orantibus”. Presentando l’Istruzione applicativa “Cor Orans”, l’arcivescovo si è soffermato sull’importanza del “collegamento con il mondo, altrimenti pregate per un uomo che non esiste”, ma ha anche messo in guardia dalla tentazione di “frequentare media chiacchieroni, per usare un’espressione di papa Francesco”. “Fate discernimento nell’uso dei mezzi di comunicazione e siate profetiche nel sapere stare in solitudine e in silenzio”, ha suggerito mons. Carballo. Rivolgendosi alle monache, poi, l’arcivescovo ha aggiunto: “non una, ma tre grate per chi vi vuole manipolare, siano vescovi, frati o altre persone”. “Spesso – ha affermato – si proiettano su di voi idee che altri hanno”.
La Giornata Pro Orantibus, che viene celebrata in tutto il mondo, quest’anno assume un particolare significato dopo la pubblicazione della Costituzione apostolica di papa Francesco Vultum Dei Quaerere e dell’Istruzione applicativa Cor Orans, della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di vita apostolica. I due documenti, al centro della riflessione del Convegno, ha riassunto mons. Carballo, “tengono presenti il magistero post-conciliare sulla vita consacrata, l’importanza della donna nella vita sociale ed ecclesiale, la realtà attuale della vita consacrata contemplativa, le risposte al questionario”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo