Messico: la Conferenza episcopale istituisce una Commissione per la protezione dei minori

La Conferenza episcopale messicana (Cem) ha annunciato oggi l’istituzione, decisa nel corso della recente assemblea plenaria, di una Commissione nazionale per la protezione dei minori, che sarà coordinata dalla Segreteria generale della Cem. I vescovi del Massico, infatti, si dicono “coscienti delle gravi conseguenze dell’abuso sessuale infantile” nel Paese e “dell’enorme responsabilità che tutte le istituzioni hanno per quanto riguarda i temi della prevenzione e dell’attenzione”. La Commissione, spiega una nota firmata dal presidente della Cem, mons. Rogelio Cabrera López, e dal segretario generale, mons. Alfonso Gerardo Miranda Guardiola, “avrà un carattere multidisciplinare e sarà integrata da vescovi, sacerdoti e laici specializzati e indipendenti, con vasta esperienza in materia. Svilupperà le sue attività, a partire da una metodologia integrale che segua tutti gli aspetti, con uno sguardo a 360 gradi. La sua natura sarà quella di essere un organismo di prevenzione, rilevamento, aiuto e attenzione, in caso di abuso sessuale infantile nell’ambito ecclesiale, particolarmente in quello diocesano”.

La nota della Cem enumera, in dettaglio, alcuni obiettivi che si propone la nuova Commissione: elaborare e mantenere sempre valide le politiche, i protocolli, le indicazioni istituzionali per la prevenzione e l’attenzione rispetto all’abuso di minori; offrire ai vescovi aiuto per l’implementazione di tali strumenti, secondo le circostanze particolari e la realtà di ciascuna diocesi, collaborando per l’integrazione e la formazione delle commissioni diocesane per la protezione dei minori; elaborare strategie per la creazione di ambienti sicuri per i minori; offrire ai Vescovi e alle loro commissioni pastorali assistenza giuridica, canonica e psicologica per affrontare in un’ottica integrale i casi di abuso su minori commessi da sacerdoti, comprendendo la necessaria attenzione alle vittime; offrire laboratori e seminari di formazione per sacerdoti, per i formatori nei seminari e per gli operatori pastorali che sono a contatto con minori; sviluppare e offrire, insieme a istituzioni specializzate, programmi e materiali formativi per i minori e le loro famiglie; progettare modalità per la certificazione di istituzioni diocesane che operano con minori; raccogliere, analizzare e pubblicare informazioni di carattere strategico per la Cem e le singole diocesi; stabilire legami con le istituzioni pubbliche e organizzazioni private. Nel lavoro della Commissione resterà centrale la richiesta di Papa Francesco, contenuta nell’espressione “tolleranza zero”, che mai più si sviluppino una cultura dell’abuso e sistemi di copertura.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo