Decreto sicurezza: la rivolta di 400 sindaci, domani conferenza stampa a Roma

“Il decreto sicurezza, almeno nella parte che riguarda l’immigrazione, rischia di essere un boomerang per i Comuni italiani che saranno costretti, se il decreto sarà approvato nei prossimi giorni alla Camera, a sobbarcarsi 280 milioni di euro di spese per l’assistenza dei migranti oggi a carico del sistema nazionale, oltre alle pericolose ripercussioni in termini di sicurezza per le città italiane”. Lo afferma Italia in Comune, il partito dei sindaci che raccoglie oltre 400 amministratori locali, che ha convocato una conferenza stampa per domani 22 novembre (ore 14, sala stampa della Camera dei Deputati), per presentare le iniziative che si stanno mettendo in atto in queste ore per chiedere la modifica del dl Salvini. Alla conferenza stampa interverranno Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri e coordinatore nazionale di Iic, Damiano Coletta, sindaco di Latina e vicepresidente di Iic, Serse Soverini, deputato e coordinatore regionale Emilia Romagna di Iic, Alessandro Fusacchia, deputato di +Europa e Silvia Benedetti, deputato del gruppo misto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo