Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Traffico rifiuti, sequestrata la nave Aquarius. Roma, ruspe su villette dei Casamonica

Cronaca/1: sequestrata la nave salva-migranti Aquarius. L’accusa riguarda il traffico di rifiuti

La nave salva-migranti Aquarius subisce un “sequestro preventivo”. L’accusa riguarda la presenza di rifiuti pericolosi a rischio infettivo, sanitari e non, scaricati in maniera indifferenziata nei porti italiani come fossero rifiuti urbani. L’accusa, rivolta alla ong Medici senza frontiere e a due agenti marittimi, ha fatto scattare il sequestro preventivo della nave, attualmente nel porto di Marsiglia, e di 460mila euro. L’indagine congiunta – riferisce Ansa – di Guardia di Finanza e Polizia, coordinata dalla Procura di Catania, avrebbe accertato uno smaltimento illecito in 44 occasioni per un totale di 24mila kg di rifiuti. Tra i rifiuti scaricati vengono indicati “indumenti contaminati indossati dagli extracomunitari”, scarti alimentari e i rifiuti sanitari utilizzati a bordo per assistenza medica. Il ministro dell’interno Matteo Salvini commenta: “Ho fatto bene a bloccare le navi delle Ong, ho fermato non solo il traffico di immigrati ma, da quanto emerge, anche quello di rifiuti”. In un comunicato appena diffuso, Mfs parla di “inquietante e strumentale attacco per bloccare l’azione salvavita in mare”. “Tutte le nostre operazioni in porto, compresa la gestione dei rifiuti, hanno sempre seguito procedure standard”.

Cronaca/2: Valle d’Aosta, otto arresti per “corruzione, concussione, abuso d’ufficio” in appalti pubblici

I carabinieri di Saint Vincent-Chatillon stanno eseguendo otto misure cautelari per corruzione, concussione, abuso d’ufficio, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente nei confronti del responsabile dell’ufficio tecnico di un comune della media valle, di 3 imprenditori edili e di 4 liberi professionisti. Coordinata dalla Procura di Aosta, l’attività investigativa ha consentito di riscontrare una “rodata attività criminale nella gestione e nell’affidamento di appalti pubblici”.

Antimafia: Roma, ruspe abbattono otto villette abusive del clan Casamonica. Esulta sindaca Raggi

“Quella di oggi è una giornata storica per la città di Roma e per i romani. Mettiamo fine a anni di illegalità e inviamo un segnale forte alla criminalità e al clan Casamonica, sgomberando e abbattendo otto villette abusive nella periferia est di Roma”. Lo ha annunciato su facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi e le ruspe sono in azione dalla prima mattina. “L’amministrazione si è impegnata come mai è successo nella sua storia recente: per 10 mesi – prosegue Raggi – abbiamo pianificato questa operazione che vede l’impegno di ben 600 uomini della Polizia Locale”.

Droga: Veneto, vasta operazione antidroga. Venti arresti e sequestri di beni

Vasta operazione antidroga in corso da parte dei carabinieri di Venezia tra Italia, Spagna e Austria. Vengono nel frattempo eseguiti 20 arresti di appartenenti a un’organizzazione formata da italiani, moldavi, ucraini e albanesi. Contestualmente i militari dell’Arma stanno procedendo anche all’esecuzione del sequestro preventivo, ai fini della confisca per equivalente, di beni mobili e immobili, per un valore complessivo di circa un milione di euro. L’indagine svolta tra condotta aprile 2017 e l’aprile 2018, ha consentito di acquisire elementi indiziari su un gruppo criminale dedito all’importazione dalla Spagna di ingenti quantitativi di marijuana e hashish, per un volume complessivo stimato di circa 200 chilogrammi, poi smerciati nell’hinterland veneziano, nonché nelle province di Padova, Vicenza e Treviso.

Stati Uniti: assalto al Mercy Hospital di Chicago. Quattro morti, fra cui ex fidanzata dell’assalitore

È salito a quattro il numero delle vittime della sparatoria di ieri al Mercy Hospital di Chicago. Oltre all’assalitore e alla donna a cui aveva sparato nel parcheggio dell’ospedale, sono deceduti anche uno dei poliziotti intervenuti sulla scena e una seconda donna. La prima donna colpita era un medico dell’ospedale ed era una ex fidanzata dell’assalitore.

Israele: Airbnb cancella gli annunci delle case in affitto da israeliani residenti nei Territori

Dura reazione del governo di Israele alla decisione di Airbnb di cancellare gli annunci delle case in affitto da israeliani residenti nei Territori. L’annuncio, scrive Haaretz, è giunto dal sito di Airbnb: “Abbiamo deciso – era scritto – di cancellare le offerte che giungono da insediamenti nella Cisgiordania occupata, che si trova al centro della disputa fra israeliani e palestinesi”. Il ministro israeliano del turismo Yariv Levin minaccia ritorsioni. Nel suo comunicato, Airbnb ammette che ci sono “opinioni discordi”. “In passato – aggiunge – abbiamo detto che avremmo agito in quella zona solo nei limiti della legge. Lo abbiamo fatto perché crediamo che viaggi che mettano in contatto persone abbiano un valore considerevole e noi vogliamo portare persone assieme”. Il ministro per gli affari strategici Gilad Erdan ha rilevato che “conflitti nazionali esistono in tutto il mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa