Sgombero ville Casamonica: Conte, “oggi lo Stato riconquista il suo territorio”. Area va “restituita alla legalità e alla fruizione pubblica”

“Oggi lo Stato riconquista il suo territorio”, “oggi qui c’è lo Stato”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, dopo aver visitato nella periferia est di Roma le otto ville abusive di proprietà dei Casamonica sgomberate dalle prime ore di oggi con un’operazione che ha visto impiegati centinaia di uomini della Polizia municipale e delle Forze dell’ordine. “Ringrazio l’Amministrazione capitolina per aver assunto una decisione i cui presupposti forse erano nel cassetto già da tempo perché queste sono costruzioni abusive”, ha proseguito il premier, ricordando che “siamo nel territorio dell’illegalità piena da qualche decennio. Però c’è un’Amministrazione che ha deciso di voltare pagina, di dare seguito alle promesse che aveva fatto, di restituire questo territorio alla legalità”. “È competenza dell’Amministrazione comunale decidere cosa fare di quest’area”, ha precisato il premier, annunciando che “sentirò la sindaca Raggi e sarà per me un piacere interloquire per sapere cosa penseranno di fare di quest’area una volta che sarà sgomberata”. “Sarà importante restituirla alla fruizione pubblica”, ha sottolineato il presidente del Consiglio.
“Ringrazio anche il vicepresidente e ministro dell’Interno Salvini per aver supportato questa iniziativa ma soprattutto – ha aggiunto – devo ringraziare la Polizia municipale che in forze è intervenuta supportata anche dalla Polizia di Stato, dai Carabinieri”.
“Mi ha fatto impressione vedere delle abitazioni arredate con tale sfarzo”, ha rivelato il premier rispondendo alle domande dei giornalisti, colpito anche dal “vedere delle case collegate ad utenze abusive”. “Questo governo – ha assicurato – contrasterà millimetro su millimetro l’illegalità, il malaffare, la criminalità”.
Per Conte, quanto successo oggi “vuole avere un valore simbolico e vuole essere d’incitamento a tutte le amministrazioni comunali che hanno il potere di ordinare queste iniziative, questi sgomberi, questi abbattimenti, perché assumano con responsabilità queste decisioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa