This content is available in English

Inghilterra e Galles: i vescovi alle charities cattoliche, “occupatevi di senzatetto e problema-casa”

(Londra) Un invito speciale alle charities cattoliche britanniche affinché pongano il problema della costruzione di nuove case e quello dei senzatetto in cima alle loro priorità fino al 2030, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. I vescovi di Inghilterra e Galles durante la plenaria, che si è svolta la scorsa settimana, hanno lanciato un appello perché la Chiesa cattolica compia uno sforzo speciale per aiutare a risolvere la cronica mancanza di abitazioni a prezzi ragionevoli del Regno Unito. “Una lettera verrà inviata dai vescovi ai responsabili di diverse associazioni nelle varie diocesi incoraggiandoli a concentrarsi su questo obiettivo”, spiega ora Alexander des Forges, portavoce del primate cattolico Vincent Nichols. La plenaria si è anche occupata delle famiglie dei soldati dell’esercito britannico, invitando le scuole cattoliche a ricordarsi, quando decidono quali alunni accettare, il fatto che i figli dei militari, costretti a spostarsi in continuazione, si trovano in una situazione di svantaggio rispetto a chi abita da sempre nella stessa città. Il vescovo Paul Mason, responsabile di questo settore, ha chiesto anche preghiere per queste famiglie che spesso si trovano a vivere in condizioni di stress. Sempre alla plenaria i vescovi hanno parlato di come i frutti di “Adoremus”, il congresso eucaristico di settembre, possono essere diffusi a livello di diocesi e anche di parrocchie.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa