Infanzia e adolescenza: Ariccia, al via un percorso contro pedofilia e pedopornografia con la onlus “Chiara e Francesco” di Torvaianica

In occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, parte domani ad Ariccia (Rm) il progetto “Esisto, vivo, non sono invisibile” di sensibilizzazione e prevenzione al maltrattamento e all’abuso. L’iniziativa, rivolta a insegnanti, genitori e studenti, è promossa dalla onlus “Chiara e Francesco” di Torvaianica (Rm), un’associazione nata dall’esperienza maturata in una parrocchia della cittadina della diocesi di Albano e che oggi ha due case famiglia per bambini e giovani vittime di incuria, maltrattamento, violenze e abusi.
“Papa Francesco ha chiarito bene cosa significa parlare di ritardi e omissioni nella denuncia delle violenze – spiega al Sir Fabrizio Cicchini, presidente della onlus –. Il problema maggiore è la recidiva, le cui conseguenze ricadono sui bambini, di cui noi denunciamo il dolore”. Domani, nell’aula consiliare del Comune di Pomezia (Rm), istituzioni, insegnanti e alunni di quinta elementare rifletteranno sui diritti dei più piccoli, tra musica e immagini. Giovedì e venerdì, a Pomezia e ad Ariccia (Rm), due incontri saranno dedicati alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Il progetto prosegue nei prossimi mesi con laboratori per genitori su pedofilia e pedopornografia. “Come educare i ragazzi a una positiva percezione del corpo? Come usare con loro smartphone e nuove tecnologie? Sono domande che porremo loro – conclude Cicchini – e sulle quali proporremo piste concrete da intraprendere con i figli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa