Cattolici e politica: Truffelli (Azione Cattolica), “c’è oggi un ritiro della politica dalla vita del Paese”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Possiamo confrontarci sul fatto se sia in atto un ritiro dei cattolici dalla politica, ma sicuramente c’è oggi un ritiro della politica dalla vita del nostro Paese”. Lo ha detto Matteo Truffelli, docente di storia delle dottrine politiche all’Università di Parma e presidente dell’Azione Cattolica italiana, durante la presentazione, oggi a Roma, del convegno in programma sabato prossimo, 24 novembre, all’Università Cattolica di Milano, nel centenario della morte di Giuseppe Toniolo, e al quale parteciperanno economisti, storici, politologi, sociologi giuristi. “La lezione di Toniolo – ha spiegato Truffelli – in tempi di ‘non expedit’, è stata quella di spingere il Paese reale all’incontro con il Paese legale, attraverso l’impegno politico ed istituzionale. Cercare strade per ricongiungere queste due dimensioni è un tema attuale ancora oggi”. Al tema della “buona politica”, ha sottolineato Truffelli, è dedicata l’ultima sessione del convegno di sabato, in cui ci si confronterà “sulla questione della democrazia dentro una cultura di matrice cattolica”, partendo dalla consapevolezza che”, al di là delle differenze, il denominatore comune è la ricerca di una società più giusta e più umana, e la necessità di confrontarsi con le concrete condizioni storiche”. Tra le caratteristiche che rendono la figura di Toniolo attuale ancora oggi per i giovani, Truffelli ha citato “il senso di responsabilità nei confronti talenti – culturali, spirituali, umani, affettivi – da spendere nella società” e “l’importanza di spendersi nella promozione del tessuto vivo delle realtà aggregative e organizzative, anticorpo sano in un tempo che Papa Francesco definisce della tristezza individualista”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa