Warning: Redis::connect(): connect() failed: Connection refused in /var/www/html/wordpress/wp-content/plugins/wp-redis/object-cache.php on line 1105
Rete C3Dem: convegno a Modena, "Cambiare rotta. Equità e sostenibilità alla luce della Laudato si'" | AgenSIR

Rete C3Dem: convegno a Modena, “Cambiare rotta. Equità e sostenibilità alla luce della Laudato si’”

“Cambiare rotta. Equità e sostenibilità alla luce della Laudato si’”: è il tema del Convegno nazionale promosso per il 1° dicembre dal coordinamento C3Dem (Costituzione, Concilio, cittadinanza). Sede dell’incontro della rete di una ventina di associazioni che aderiscono a C3Dem sarà Modena, presso il centro culturale “Francesco Luigi Ferrari”, Palazzo Europa, via Emilia Ovest 101. Il programma prevede: alle ore 10 saluti di benvenuto e delle autorità. A seguire gli interventi di Giannino Piana, già docente di Etica cristiana presso l’Issr della Libera Università di Urbino e di Etica ed economia all’Università di Torino; Antonella Bachiorri, Dipartimento di Scienze chimiche, della vita e della sostenibilità ambientale dell’Università di Parma; Leonardo Becchetti, ordinario di Economia politica presso la Facoltà di Economia dell’Università di Roma “Tor Vergata”; Pier Virgilio Dastoli, presidente del Movimento europeo–Italia. Nel pomeriggio, alle ore 14.30 laboratori di confronto e alle 17 conclusione dei lavori. Per informazioni e per una introduzione tematica ai lavori: www.c3dem.it.
“La tesi centrale dell’enciclica Laudato si’ non è difficile da individuare: ‘Non ci sono due crisi separate, una ambientale e l’altra sociale, ma una sola e complessa crisi socio-ambientale’ (n. 139). Le difficoltà del rapporto umanità-natura – scrive Guido Formigoni – non sono logicamente e strutturalmente diverse dai problemi dell’ingiustizia globale (con le diseguaglianze tra i gruppi umani e tra i popoli che si allargano in modo ingovernabile, causando disordine e ondate di minacciosi risentimenti). C’è insomma in atto uno squilibrio profondo, con radici comuni, che è arrivato a un punto pericolosissimo per l’umanità intera”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo