Papa Francesco: a Foro mondiale migrazioni, diffondere “Patti globali” su migranti e rifugiati

La Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero vaticano per lo Sviluppo umano integrale, “sotto la mia direzione” ha preparato un documento intitolato “20 punti di Azione per i Patti globali”, che riguardano rispettivamente una migrazione sicura, ordinata e regolare e i rifugiati, formulando proposte concrete e realizzabili all’insegna di quattro azioni: accogliere, proteggere, promuovere e integrare. Lo dice Papa Francesco, riproponendo tali proposte nel messaggio inviato al Foro sociale mondiale delle migrazioni, che inizia oggi a Città del Messico. Francesco ricorda che molte delle soluzioni prospettate “coincidono con le dichiarazioni delle organizzazioni della società civile” e sottolinea l’importanza del coordinamento e della collaborazione trai vari soggetti attivi nel campo delle migrazioni. La stessa collaborazione, poi, “si richiede per migliorare gli accordi bilaterali e multilaterali in ambito migratorio”, cosa possibile solo “nel dialogo trasparente, sincero e costruttivo tra tutti gli attori, nel rispetto dei ruoli e delle responsabilità di ciascuno”. Prosegue il Papa: “Desidero approfittare di questa occasione per incoraggiare le organizzazioni della società civile e i movimenti popolari a collaborare per la diffusione ai massimi livelli di quei punti dei ‘Patti globali’ che puntano alla promozione umana integrale di migranti e rifugiati, così come delle comunità che accolgono, evidenziando le buone iniziative che vengono proposte. Le stesse organizzazioni e movimenti sono invitate a impegnarsi per promuovere una suddivisione delle responsabilità più equa nell’assistenza ai richiedenti asilo e ai rifugiati. Al tempo stesso, è determinante l’attuazione (dei Patti, ndr) per identificare con prontezza le vittime della tratta, realizzando tutti gli sforzi necessari per liberarle e riabilitarle”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo