Maltempo: mons. Cipolla (Padova) a popolazioni Altopiano di Asiago, “vicinanza e affetto”. “Grazie a soccorritori, amministrazioni, volontari”

“Carissimi fratelli e sorelle dell’Altopiano di Asiago, la pace sia con voi!”. Esordisce così mons. Claudio Cipolla, vescovo di Padova, in un messaggio di vicinanza alle popolazioni dell’Altopiano di Asiago devastato dal maltempo e nel quale il vento ha distrutto più di 300mila alberi. “Vi scrivo queste poche righe dopo aver appreso l’enormità e la gravità dei danni provocati dal maltempo sull’Altopiano, una terra così ricca di bellezza che ho imparato ad amare e conoscere in questi anni – scrive il presule -. Ho parlato con i vostri parroci e ho raccolto tutta la fatica di questi giorni e di quanto si profila all’orizzonte”. “Vi esprimo di vero cuore la mia vicinanza e il mio affetto in questo momento in cui state ancora cercando di capire e porre rimedio ai danni”, prosegue Cipolla dicendosi certo che “anche in questa situazione difficile e di disagio saprete trovare, sotto la guida delle istituzioni preposte, le soluzioni e le modalità più adatte per riportare l’Altopiano al suo splendore, pur consapevole che ci vorrà tempo, ma più volte ho toccato con mano la vostra forza d’animo e tenacia, che mi fanno intuire che non aspetterete a darvi da fare”. Un ringraziamento ai soccorritori e alle amministrazioni che si stanno prodigando per i soccorsi assieme ai molti volontari: “A loro e a tutti voi va la mia vicinanza e la mia preghiera”. “Dio nostro Padre, lo Spirito Amore e il Figlio Gesù Cristo consolino tutti noi e ci donino nuova speranza”, conclude il vescovo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo