Leucemie: Ail, a Roma il primo convegno per migliorare la vita dei pazienti con lo sport

L’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma organizza a Roma l’11 novembre (ore 9.30 ExpoSalus and Nutrition. Teatro Salus. Padiglione 9. Fiera di Roma) il convegno “Combattiamo la leucemia…anche con lo sport”, primo incontro dedicato al rapporto tra attività sportiva e tumori del sangue. “L’esercizio fisico è un potente farmaco con azione anti-tumorale – si legge in una nota dell’Ail -. Grandi studi epidemiologici hanno già evidenziato che l’attività fisica, praticata in modo continuo, è un fattore preventivo di alcuni tumori del sangue. Alcuni studi hanno stabilito che la partecipazione a programmi che prevedono esercizio fisico è la strategia che ha il maggiore impatto nel miglioramento della qualità di vita dei pazienti affetti da un tumore ematologico, sia in età adulta-anziana sia in età pediatrica. Uno studio realizzato su migliaia di pazienti ha dimostrato che praticare sport prolunga la sopravvivenza riducendo la progressione e la recidiva della malattia”. Nonostante le evidenze scientifiche però “solo una piccola percentuale dei pazienti che hanno avuto un tumore del sangue, dopo la diagnosi della malattia, fa sport con quella continuità e intensità necessarie a ottenere i molteplici benefici che esso determina”. Ci sono “ancora molte barriere culturali e di ordine pratico che non rendono accessibile l’esercizio fisico ai pazienti, che invece dovrebbe essere considerato a tutti gli effetti una importante medicina”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo