Conferenza animatori RnS: padre Spadaro (La Civiltà Cattolica), “senza una comunità di appartenenza la vita è in serio pericolo”

(Pesaro) “Nella ‘Gaudete et Exsultate’ c’è un paragrafo dal titolo ‘In comunità’, che può aiutarci ad approfondire” il “carattere ‘salutare’ della vita comunitaria. Il Papa ne parla sotto la prospettiva del combattimento spirituale, affermando che la vita cristiana è un combattimento permanente e senza la comunità lottare è molto difficile: la santificazione è dunque un cammino comunitario. Un cammino da fare a due a due, in famiglia, in squadra, come popolo fedele, mai da soli”. Lo ha detto stamattina padre Antonio Spadaro, direttore de “La Civiltà Cattolica, intervenendo alla 42ª Conferenza nazionale animatori del Rinnovamento nello Spirito Santo, in corso a Pesaro. “Senza una comunità di appartenenza la vita non soltanto è più triste o meno piena, ma è in serio pericolo”, ha aggiunto. Il Santo Padre ci invita pertanto “a considerare la comunità non soltanto dal punto di vista teorico, né soltanto come motivo di un’esperienza estetica, ma muovendo i nostri affetti ad apprezzare quale grazia significhi avere una comunità mentre si combatte la battaglia della vita”.
Inoltre, Spadaro ha evidenziato come “l’unità della comunità è superiore a tutti i conflitti: per questo, quando si tratta di criticare o correggere aspetti particolari, il primo criterio di discernimento guarda alla comunità nella sua unità e nella sua cattolicità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo