Asia Bibi: la figlia Eisham, “grazie a giudici coraggiosi, spero la nostra famiglia possa visitare Venezia”

foto SIR/Marco Calvarese

“Voglio ringraziare tutti voi che continuate a pregare per mia madre. Voglio anche dire grazie a quei giudici coraggiosi e al sistema giudiziario pakistano, che ha finalmente riconosciuto l’innocenza di mia madre. Il mio grazie va anche a tutti quei governi, come quello italiano, che sono preoccupati per il nostro futuro e per la nostra salvezza”. Lo dice Eisham, la figlia di Asia Bibi, in un videomessaggio ad Aiuto alla Chiesa che Soffre, dopo che la fondazione pontificia ha organizzato #VeneziainRosso, illuminando di rosso i punti più significativi della città per ricordare i cristiani vittime di persecuzioni. “Lo scorso febbraio eravamo a Roma quando Aiuto alla Chiesa che soffre ha illuminato di rosso il Colosseo. Mia madre era in carcere allora – aggiunge la giovane -. Invece, questa sera, mentre voi illuminate di rosso Venezia, finalmente è libera, grazie a Dio”. L’auspicio di Eisham è che “molto presto la nostra famiglia, riunita e finalmente felice e libera, possa visitare Venezia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia