Giornata mondiale poveri: Albano, in programma celebrazioni, meditazioni via Whatsapp e una mostra fotografica

Sono iniziate domenica, con una raccolta di beni per l’igiene personale delle persone detenute nel carcere di Velletri (Rm), le iniziative della diocesi di Albano per la Giornata mondiale dei poveri. “Nelle parrocchie, l’animazione è curata da Caritas, servizio liturgico e operatori della pastorale – riferisce al Sir il direttore della Caritas diocesana di Albano, don Gabriele D’Annibale –. Due sussidi aiutano la riflessione: un testo per l’animazione liturgica, realizzato dalle novizie dell’istituto delle Figlie di Maria ausiliatrice; le clarisse di Albano hanno invece preparato le meditazioni sul Vangelo del giorno che gli animatori Caritas stanno ricevendo via mail o Whatsapp”. Il comune di Genzano, dove dall’estate scorsa è attiva la mensa per i poveri “La tenda di Abramo”, è il cuore degli eventi diocesani. Venerdì 16 novembre, nella parrocchia del Santissimo Salvatore, c’è una veglia di preghiera con gli operatori della Caritas e delle opere segno della diocesi. Domenica 18, il vescovo mons. Marcello Semeraro presiede una messa nella chiesa della SS. Trinità. “Genzano è la prima comunità della diocesi visitata da Paolo VI nel 1963. Vogliamo fare dunque un omaggio al pontefice che ha promosso la nascita di Caritas italiana” spiega ancora don D’Annibale. Nella parrocchia della SS. Trinità, la mostra “Ciò che è invisibile agli occhi. Storie di clochard” raccoglie infine le foto scattate da volontari che ogni settimana fanno servizio a Roma con i senzatetto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia