Repubblica Centrafricana: raid contro gli sfollati nella sede vescovile, diversi morti

(DIRE-SIR) – Diverse persone sono state uccise nell’assalto condotto da un gruppo di uomini armati alla sede del vescovado di Alindao, presso la quale erano accampato sfollati in fuga da combattimenti e violenze: lo hanno riferito oggi fonti dell’agenzia “Dire” nella Repubblica Centrafricana.
Secondo le ricostruzioni disponibili, a compiere l’incursione sarebbero stati uomini dell’Union pour la Paix en Centrafrique (Upc), una fazione dell’ex alleanza Seleka guidata da Ali Daras. Le fonti hanno riferito che nell’assalto è stato saccheggiato il presbiterio e sono state date alle fiamme abitazioni. Stando ad alcune informazioni, non ancora confermate, a perdere la vita sarebbero state addirittura 40 persone.
Il raid ha seguito di alcune settimane un’incursione che ha causato morti e sfollati, circa 10mila, nell’area di Batangafo, nel nord della Repubblica Centrafricana. Della nuova incursione, avvenuta invece nel sud del Paese, a meno di cento chilometri dal confine con il Congo, si riferisce in un comunicato del vicario generale di Bangui trasmesso dall’emittente “Radio Notre Dame”. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa