Giornata mondiale poveri: Trento, cresce il numero di persone che chiede aiuto alla Caritas. Oltre 20mila gli interventi

Sono 3.421 le persone in difficoltà che nel corso del 2017 si sono rivolte alla Chiesa trentina attraverso Caritas diocesana e Fondazione comunità solidale. È quanto emerge dal 10° Rapporto sulle povertà, dal titolo “Volti di comunità” presentato questo pomeriggio al Vigilianum di Trento, in occasione della seconda Giornata mondiale dei poveri. Il 37% delle persone che hanno chiesto aiuto sono italiane (1.263), 14% europei provenienti per lo più dai Paesi balcanici e dell’Europa dell’Est. Importante la presenza di cittadini africani (36%): oltre la metà degli stranieri è cittadina di un Paese africano al momento dell’incontro con i servizi diocesani; in particolare la cittadinanza marocchina è la più rappresentata (oltre 1 straniero su 5). Tra gli asiatici (11%), la maggior parte sono pachistani.
I numeri del Rapporto evidenziano un trend in aumento rispetto al numero di persone incontrate nel 2016 (+4,3%) anche collegato all’incremento e alla diversificazione dei servizi, dati dalla costituzione di due nuove aree migranti e lavoro e dall’apertura di alcuni nuovi Centri di ascolto sul territorio. Alla presentazione del Rapporto – che viene redatto ogni due anni – sono intervenuti l’arcivescovo Lauro Tisi, don Cristiano Bettega, delegato dell’area Testimonianza e impegno sociale della diocesi, e Paolo Molinari, sociologo e ricercatore dell’Ires, l’Istituto ricerche economiche e sociali con sede nel Friuli Venezia Giulia.
Tre le tematiche che emergono dal documento. La prima, legata agli interventi economici e all’accompagnamento alla gestione del denaro, è un bisogno che appare sempre più variegato e trasversale e chiama in causa singoli, famiglie, giovani e meno giovani. La seconda riguarda i richiedenti protezione internazionale, mentre la terza tematica racconta di alcuni percorsi di riacquisizione di residenza per persone senza fissa dimora.
In occasione della seconda Giornata mondiale dei poveri, la Caritas diocesana di Trento organizza un momento di riflessione presso la chiesa San Francesco Saverio di Trento. Il programma di domenica prevede alle 11 l’apertura; alle 12 il concerto dei Bohemien quartet (Sara Bolner-flauto; Sebastian Canas-clarinetto; Ivo de Ros-fagotto; Valerio Terzan-trombone basso); alle 14 un momento di preghiera mentre alle 16 verrà offerto a tutti i passanti il “thé di strada”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa