Chiesa e società: card. Bassetti, “una grande missione di carità verso tutto il popolo italiano”

Le “cinque strade fissate a Firenze rappresentano le bussole ideali per la Chiesa in Italia”. Ne è convinto il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, che a distanza di tre anni dal quinto Convegno ecclesiale nazionale ne rinnova l’attualità nel suo ultimo articolo “Missione di carità” ospitato nella rubrica “Dialoghi” de Il Settimanale de “L’Osservato Romano” in edicola oggi. Bassetti ripercorre le “cinque vie” di Firenze. “Il primo di questi verbi è uscire. Per incontrare le persone ovunque si trovino, senza rinchiudersi in strutture o attività consolidate”. “Il secondo verbo è annunciare. Per far conoscere a tutti il messaggio del Vangelo con le parole e soprattutto uno stile di carità che confermi la fede”. “Il terzo verbo è abitare. Per vivere in pieno i problemi sociali e politici del mondo contemporaneo cercando di contribuire alla loro soluzione”. “È il grande tema dell’impegno sociale dei cattolici”, sottolinea il cardinale: un “impegno di umanità e santità”, come diceva La Pira, “che non può mai confondersi con le arroganti pretese razziste e xenofobe o i finti miraggi laicisti e nichilisti”. “Il quarto verbo è educare. Consapevoli che la maturazione umana e cristiana richiede tempi lunghi e un accompagnamento costante”. “E infine l’ultimo verbo è trasfigurare. Per mostrare un volto nuovo della società e spezzare le catene che tengono oppressi tanti individui e promuovere logiche ispirate alla giustizia e aperte alla misericordia”. Bassetti richiama infine l’impegno per “il bene di tutti”. “È questa – conclude – l’unica direzione verso la quale si appunta il nostro sguardo. Un bene per tutti e non per pochi. Che non cerca il potere, ma desidera il servizio. Che non vuole dividere, ma si sforza di condividere. In definitiva, una grande missione di carità verso tutto il popolo italiano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa