Abusi: diocesi Colonia, istituito un Gruppo in cui sono coinvolte direttamente le vittime

“Le persone che hanno subito violenze sessuali nell’ambito ecclesiale durante la loro infanzia sono invitate a partecipare al Gruppo di consulenza dell’Arcivescovo di Colonia e così contribuire al miglioramento delle iniziative nell’ambito della violenza sessuale nell’Arcidiocesi di Colonia”. L’invito è apparso sul sito dell’arcidiocesi che sarà la prima ad istituire un Gruppo in cui sono coinvolte direttamente le vittime di abusi. “Si tratta di un vero cambiamento nel nostro atteggiamento e di un incontro con le vittime su un piano di parità”, ha dichiarato l’arcivescovo di Colonia, card. Rainer Maria Woelki. “Con questo gruppo diamo chiaramente voce alle vittime” che potranno raccontare le proprie “terribili esperienze anche se non vi potremo porre alcun rimedio”. Grazie a questi racconti “sarà possibile acquisire nuove competenze che arricchiranno il nostro lavoro di prevenzione e intervento” nell’ambito degli abusi, ha indicato il cardinale. Il gruppo, che sarà quindi a sostegno dell’attività già in corso nell’arcidiocesi, sarà composto da dodici membri, di età diverse, che in modi diversi hanno avuto a che fare con gli abusi, spiega ancora la nota dell’arcidiocesi. L’incarico, a titolo volontario, durerà due anni; l’arcidiocesi invita quindi le persone interessate ad esprimere la propria disponibilità. Secondo i dati del recente studio sugli abusi sessuali nell’ambito della Chiesa cattolica in Germania, le vittime nell’arcidiocesi di Colonia tra il 1946 e il 2014 sono state 135 e 87 gli accusati, ma questi numeri potrebbero non corrispondere a una realtà più consistente ancora.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa