Manovra: Castelli (Anci), “in attesa di una riforma organica chiediamo l’autonomia possibile”

“La legge di bilancio presentata dal Governo introduce molte norme utili per i Comuni, soprattutto per quanto riguarda le regole finanziarie. Rimangono tuttavia molti punti irrisolti in particolare sulle risorse di parte corrente”. È quanto chiarisce Guido Castelli, presidente dell’Ifel (Istituto per la finanza e l’economia locale) e delegato alla finanza locale dell’Anci a margine del direttivo dell’Associazione che si è riunito stamattina a Roma.
“Proporremo al Governo – continua Castelli – di prevedere regole utili a coordinare le attività di investimento tra Regioni e Comuni. Questa manovra affida alle Regioni risorse molto ingenti per gli investimenti pubblici anche di interesse comunale. Sarebbe utile e necessario fissare regole utili ad armonizzare le attività di investimento tra i diversi livelli istituzionali”.
“In attesa di una riforma organica degli Enti locali che auspichiamo e condividiamo come sindaci – conclude il presidente Ifel – proporremo anche ai Parlamentari di inserire in manovra la possibilità anche per i Comuni di utilizzare la pace fiscale nei confronti dei propri concittadini ed in riferimento ai tributi comunali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia