Diocesi: Viterbo, domani un convegno su esperienze, numeri e prospettive delle migrazioni

“Sono 31mila gli stranieri residenti in provincia di Viterbo. Un ventesimo sul totale del Lazio, ma comunque quasi il 10% degli abitanti della Tuscia. Il 52% sono donne, che fanno assistenza agli anziani”: sono dati del Dossier statistico immigrazione 2018 dell’Idos, che verranno presentati domani a Viterbo nel corso del seminario “Pane e Coraggio. Esperienze, numeri e prospettive intorno al fenomeno migratorio”. A riferirli al Sir è Luca Di Sciullo, coordinatore della redazione del Dossier, che parteciperà al convegno e sottolinea come “14mila degli stranieri sono extracomunitari e il 60% di questi hanno un permesso di lunga durata, a testimonianza di un radicamento nel territorio”. L’incontro si svolge nella sede dell’Università degli studi della Tuscia ed è promosso da Università, Idos, Pastorale universitaria e Ac diocesane e Voci di Confine. Don Fabrizio Pacelli, responsabile della Pastorale universitaria, spiega al Sir che “l’incontro nasce dal desiderio del vescovo e del rettore dell’Università di formare nell’università anche lo spirito dei giovani che manifestano interesse per le migrazioni. Sarà occasione per una presenza della Chiesa nell’Università e per presentare un’esperienza virtuosa”. Interverranno il parroco di S. Maria della Verità, don Elio Forti, e il direttore del centro di accoglienza per richiedenti asilo di Viterbo, Mario David. “La collaborazione tra le due realtà – aggiunge – non si limita alla condivisione di spazi, ma si sono create attività in comune tra giovani della parrocchia e ospiti del centro, cristiani e non”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia