Diocesi: Termoli-Larino, il vescovo con un sussidio invita le famiglie a riscoprire il senso della preghiera

Si intitola “Preghiamo in famiglia” il sussidio della Chiesa di Termoli-Larino, nato per accompagnare le famiglie a riscoprire la bellezza del ritrovarsi insieme, a casa, a pregare. A curare la pubblicazione è stato il vescovo Gianfranco De Luca. Si tratta di uno strumento agile e di facile consultazione che, dopo una chiara introduzione, offre alcuni semplici modi per pregare insieme: dal pregare con le parole di sempre, ossia con le preghiere imparate da bambini, al pregare con i Salmi o una pagina del Vangelo. “Busso alla vostra porta per conto di un Altro, che ogni giorno e per tutto il giorno è vicino a ciascuno di voi, è presente nella vostra casa, soprattutto quando siete insieme, papà, mamma e figli…”. Con queste parole e con questo spirito mons. De Luca presenta il libretto ricordando l’importanza della preghiera quotidiana nel corso di un’esistenza sempre più scandita da impegni, urgenze, distrazioni e social network. Dinamiche che – se non ci si ferma un attimo – rischiano di non far trovare il tempo per pregare e condividere la vicinanza costante e amorevole di Dio. “Gesù – ricorda, infatti, mons. De Luca – ha assicurato di essere con noi tutti i giorni e in ogni circostanza e la preghiera di un papà e di una mamma insieme ai loro figli è un’occasione per fare un’esperienza straordinaria della vicinanza di Dio e capire che l’incontro con Lui è la vera novità di ogni nostra giornata”. Mons. De Luca sottolinea, infine, che “pregare non è isolarsi dal mondo, ma entrare con gratitudine e lode nella realtà dalla porta giusta e viverci con la consapevolezza di essere amati, sostenuti e accompagnati in ogni momento. La preghiera ci insegna a guardare il mondo con gli occhi di Dio”. Il libretto, che è arricchito dalle illustrazioni di Sara Pellegrini, è in distribuzione in questi giorni in tutte le parrocchie della diocesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia