Accoglienza: Biffoni (Anci), “rete dei Comuni la migliore esperienza che l’Italia abbia prodotto”. “Comprensibile la preoccupazione” su Decreto sicurezza

“I dati presentati oggi confermano ancora una volta che la rete dei Comuni è, in termini di servizi, capacità di integrare, sostenibilità per le comunità residenti, di gran lunga la migliore esperienza che l’Italia abbia prodotto, oltre che una delle migliori d’Europa”. Lo dichiara Matteo Biffoni, delegato dell’Anci per l’immigrazione, commentando i dati diffusi oggi dall’Associazione nazionale Comuni italiani sugli Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). “Per questo – sottolinea – è del tutto comprensibile e condivisibile la preoccupazione che tanti Comuni hanno espresso in queste settimane a proposito del Decreto Salvini”.
“Gli emendamenti definiti in Commissione immigrazione di Anci”, continua Biffoni, “pur non intaccando l’impianto complessivo, potrebbero mitigare molto l’impatto critico della riforma, perché permetterebbero ai Comuni di continuare ad occuparsi dei casi più vulnerabili nell’ambito dello Sprar e non a esclusivo carico dei servizi locali”. Secondo il delegato Anci, “ci sono ancora i margini per un miglioramento del testo in Parlamento e siamo fiduciosi in possibili aperture”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa