Disabilità: il Movimento apostolico ciechi celebra a Frascati i 90 anni di vita. Il 17 novembre in udienza dal Papa

Dal 16 al 18 novembre a Frascati (Centro Giovanni XXIII)  si svolgeranno le Giornate della condivisione, l’annuale raduno associativo del Mac, il Movimento apostolico ciechi. Il 17 novembre (ore 11) saranno ricevuti in udienza da Papa Francesco in Vaticano. Nell’occasione si celebreranno i 90 anni di vita del Movimento, nato nel 1928 per iniziativa di Maria Motta, e i 50 anni dell’attività associativa di cooperazione fra i popoli, avviatasi dopo l’enciclica “Populorum progressio” di Paolo VI. Saranno ripercorse le tappe più significative della storia del Mac attraverso video, interviste e testimonianze di chi le ha vissute in prima persona. “Saranno tre giornate all’insegna della  festa, della gioia e della fraternità”, afferma don Alfonso Giorgio, assistente nazionale del Mac. “ In questi 90 anni sono stati raggiunti risultati significativi”,  sottolinea Michelangelo Patanè, presidente nazionale del Movimento, “ma è ancora molta la strada da fare, in Italia e nel mondo,  per una piena inclusione sociale ed ecclesiale delle persone con disabilità”. Il convegno si aprirà il 16 novembre alle 17.30 con gli interventi di don Paul Babikire, responsabile della pastorale sanitaria della diocesi di Bukavu (Rep. Dem. del Congo) e Sabir Michael, sociologo di Okara (Pakistan). Tra i relatori, mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la vita, e don Giulio Albanese, direttore di “Popoli e Missione”. L’incontro si concluderà domenica 18 novembre con la messa nel duomo di Frascati (ore 11) celebrata dal mons. Raffaello Martinelli, vescovo di Frascati. Il Movimento apostolico ciechi è un’associazione di fedeli laici riconosciuta dalla Chiesa cattolica e dallo Stato italiano. È formato da persone vedenti e non vedenti che, insieme, fanno un cammino di fede, condivisione e promozione umana. Le attività del Movimento si svolgono non solo in Italia ma anche nei Paesi più poveri del mondo, nei quali il Mac promuove progetti di cooperazione internazionale per la prevenzione della cecità, la cura delle malattie oculari e la promozione sociale e religiosa delle persone non vedenti.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo