Piccoli Comuni: Castelli (Anci), “la legge ha aperto hotel a 20 piani: prendiamo l’ascensore o le scale per salire?”

“Le leggi vanno attuate. Io ricordo la legge della montagna, purtroppo non applicata. Dobbiamo sconfiggere l’idea di fare leggi solo per fare leggi”. Lo ha sostenuto, stamattina, Massimo Castelli, sindaco di Cerignale e coordinatore Anci Piccoli Comuni, intervenendo alla conferenza stampa, in corso a Roma, alla Camera dei deputati, di presentazione di un appello per l’approvazione dei decreti attuativi della legge 158/2017 sui Piccoli Comuni. “Stiamo vivendo quello che sta succedendo in Italia. Abbiamo un Paese che va manutenuto. I disastri a cui abbiamo assistito negli ultimi tempi succedono anche perché questo non avviene”, ha denunciato Castelli, secondo il quale, allora, “la legge serve anche per manutenere il territorio e tenere le comunità”.
Per Castelli, “serve una rivoluzione culturale. Alle spalle delle grandi città abbiamo un ‘Ovest’ da riscoprire”. Di qui l’appello: “La legge ha aperto un hotel a venti piani: ci fanno prendere l’ascensore o le scale per salire? Ora è necessario trovare soluzioni per superare l’impasse attuale”. Castelli ha, quindi, rilanciato l’appello al premier: “Conte accolga l’opportunità di questa Italia dei paesi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori