Piccoli Comuni: Bussone (Uncem), “legge più avanzata in Europa, assurdo bloccarla perché mancano due decreti”

“I Piccoli Comuni sono il centro di nuove opportunità e di imprese economiche. Allora, quanto fatto nella precedente legislatura deve trovare adesso concretezza”. Lo ha detto oggi Marco Bussone, presidente dell’Uncem, nella conferenza stampa, in corso a Roma, alla sala stampa della Camera dei deputati, nella quale è stato rinnovato l’appello al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per accelerare i decreti attuativi della legge 158/2017 sui Piccoli Comuni. “La nostra – ha aggiunto Bussone – non è solo una richiesta di soldi, ma chiediamo una strategia politica nuova”. Il presidente dell’Uncem ha ricordato come alcuni articoli della legge favoriscono una collaborazione tra Comuni. Di qui la richiesta di “dare gambe alla legge, favorendo anche l’associazionismo”. Al Parlamento e al Governo, ha sostenuto, “chiediamo di condividere con le strutture dei ministeri quanto prevede la legge per attuarla e calarla nei territori”. “Questa norma – ha concluso Bussone – è la più avanzata in Europa ed è assurdo che rimanga bloccata perché mancano due decreti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori