Giornata ringraziamento: Ziglio (Acli Terra), “urgenti politiche adeguate di sostegno alle imprese”. A Calci progetto di agricoltura sociale per detenuti

Si è conclusa ieri al 68ª Giornata del ringraziamento, l’appuntamento annuale che riunisce le maggiori organizzazioni agricole, di matrice cristiana, per celebrare le meraviglie del Creato e il rapporto tra agricoltura e la vita dell’uomo. Come negli anni passati, Acli Terra ha partecipato alla manifestazione che si è svolta sabato e domenica a Pisa. In particolare sabato mattina, nelle sale della Camera di commercio, si è tenuto un seminario di studio durante il quale è stato presentato il Messaggio dei vescovi italiani pubblicato in occasione della Giornata per la salvaguardia del Creato. Tantissimi i temi affrontati, dalla rigenerazione dell’agricoltura al caporalato, dal rapporto della tecnologia e l’uomo al consumo del suolo e il dissesto idrogeologico. Il presidente nazionale di Acli Terra, Antonino Ziglio, ha parlato dell’importanza della legalità nel comparto agricolo perché “è necessario che si creino condizioni di equilibrio affinché l’agricoltura di eccellenza possa restare sul mercato. Per fare ciò – ha dichiarato Ziglio – bisogna rendere efficienti i nostri servizi, i centri per l’impiego, i trasporti e le foresterie. In sintesi, è urgente delineare delle politiche adeguate di sostegno alle imprese perché le ragioni dei lavoratori e quelle delle imprese a volte coincidono”.
È stato ricordato Giuseppe Fanin a 70 anni dalla sua uccisione: secondo Ziglio, resta un esempio di come anche oggi deve essere l’attivismo sindacale, di come è importante essere sentinelle del territorio. A conclusione del convegno, le parole di Mons. Giovanni Paolo Benotto, arcivescovo di Pisa: “Seminare significa prima di tutto educare, anche nel mondo del lavoro. Il tema educativo è fondamentale, servono energie e passione. Una legalità senza morale non esiste”. Sabato pomeriggio la delegazione di Acli Terra si è recata nel comune di Calci, dove è stata consegnata una simbolica “vanga” alla comunità dei padri dehoniani per la realizzazione del progetto “Misericordia tua”, che ha come obiettivo quello di avviare alcune attività di agricoltura sociale finalizzata al recupero di alcuni detenuti ammessi alle misure alternative al carcere. Il terreno è stato messo a disposizione dall’Unità pastorale della Valgraziosa della diocesi di Pisa e si trova nelle immediate vicinanze della canonica ella parrocchia S. Andrea a Lama. Otto i detenuti che avranno la possibilità di reinserirsi nel mondo del lavoro, provvedendo alla bonifica per la restituzione a coltura di tale terreno, in linea con la funzione rieducativa della pena. Acli Terra ha deciso di sostenere il progetto attraverso un gesto concreto, fornendo alla struttura le attrezzature agricole essenziali allo scopo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo