Tav: Mcl aderisce all’iniziativa “Sì, Torino va avanti”. Costalli, “nuova linea è strategica”

Anche il Movimento cristiano lavoratori (Mcl) aderisce alla manifestazione che si svolge oggi, promossa per “riaffermare che Torino non può fermarsi e che il rifiuto del nuovo collegamento ferroviario con Lione va in ogni modo scongiurato”. Bocciando la scelta della maggioranza pentastellata di esprimere l’opposizione del Consiglio comunale alla Tav, il presidente del Mcl, Carlo Costalli, spiega che “quanto approvato è un oltraggio al futuro della nostra città, delle imprese, dei lavoratori”. “È un colpo basso per il territorio e per le sue speranze di ripresa”. Il numero uno del movimento evidenzia che “non possiamo stare a guardare la distruzione del nostro futuro di cittadini”. “Invitando al dialogo ma non transigendo sulla strategicità della realizzazione della nuova linea. Sentiamo, a propositivo della verifica dell’utilità dell’opera, continui riferimenti all’analisi costi-benefici, temiamo che non si stiano considerando le negative ricadute concretissime non solo sui numeri macroeconomici ma anche nelle condizioni di lavoratori e consumatori, oltre che il rischio di isolarci dall’Europa e ridurre il nostro peso specifico sullo scenario globale. Per questo, una delegazione di nostri dirigenti e militanti sarà in piazza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa