Matrimonio: card. Bassetti, “impegnarci in iniziative che guariscano la paura di costruire una famiglia”

“La relazione sponsale fra uomo e donna, che è la base sorgiva della vita familiare, contiene una promessa di unità. La differenza e la complementarità tra uomo e donna è lo spazio fecondo nel quale questa unione genera i figli, che costituiscono la primavera della Chiesa”. Lo ha detto il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, intervenuto stamani ad Assisi al convegno su “Il soffio del Concilio Vaticano II su Evangelii Gaudium e Amoris laetitia”. Ricordando il “patto per la natalità”, promosso dalle associazioni familiari, il porporato ha affermato che “dovremo sempre più impegnarci in iniziative che guariscano la paura di costruire una famiglia, di far figli e soprattutto la paura del per sempre che paralizza le giovani generazioni”. Quindi, il card. Bassetti ha considerato “l’amore nuziale” non solo come “un’accattivante sfida per quell’uomo e quella donna”, ma “per tutti noi”. “Occorre allora testimoniare che il per sempre è possibile per la Grazia del sacramento, oltre che per l’aiuto di tanti fratelli e sorelle che nei movimenti e nelle associazioni non giudicano le possibili cadute, ma incoraggiano ogni giorno a ricucire i rapporti nel tessuto della comunione sponsale”. Secondo il cardinale, “sono proprio le coppie più avanti nell’età che, a partire dalle proprie debolezze, possono incoraggiare i giovani a non arrendersi alla prima crisi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa