Festival migrazione: Marani (Sky Sport), “abbiate il coraggio di opporvi al pensiero unico prestabilito”

(da Modena) “Ho sempre pensato che la vicenda degli ebrei riguardasse la Russia, la Polonia… invece la storia che ho raccontato è quella dell’allenatore della squadra della mia città, la storia di una famiglia che abitava vicino a dove abito io a Bologna, è la storia di due ragazzini Roberto e Clara che hanno fatto le stesse scuole che hanno fatto i miei figli. È come se il vicino di casa di ognuno di noi fosse scomparso di casa da un giorno all’altro”. Lo ha detto Matteo Marani, giornalista, vice direttore di Sky Sport, autore del libro “Dallo scudetto ad Auschwitz. Vita e morte di Arpad Weisz, allenatore ebreo” al convegno “Lo sport insegna. Lo spogliatoio come modello di inclusione” nell’ambito della seconda giornata del Festival della migrazione in corso di svolgimento a Modena. “Nessuno prima delle mie ricerche e del mio libro si era mai posto il problema di dove fosse finito Weisz. Mi fa una grande impressione pensare che sia potuto accadere una cosa del genere a Bologna. Quello che dico sempre è che discriminazioni, antisemitismo, tutto quello che porta indifferenza, va combattuto. Abbiate il coraggio di opporvi al pensiero unico prestabilito”, ha concluso Marani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa